19 ottobre 2012

Les Nuages Ensemble


Quattro ragazze che suonano klezmer.
Tutte diplomate in Conservatorio e con una solida formazione classica si divertono a raccontare in musica lo straordinario patrimonio culturale delle popolazioni ebraiche erranti nei secoli attraverso le terre del Centro e dell’Est Europa.
Ad oggi Les Nuages Ensemble sono state applaudite nei più diversi contesti (Festival di musica etnica, Festival di musica classica, spettacoli ed happening teatrali, reading, lezioni-concerto, busker festival, feste di matrimonio e bar mizvah, vernissage), trovando puntuali apprezzamenti per la loro musica, per la loro immagine.
E per la straordinaria capacità comunicativa.

Lucia Marino

clarinetto

Si diploma in clarinetto nel 2002 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G.F.Ghedini” di Cuneo; dopo aver frequentato l’Accademia Superiore “G.B.Pergolesi” di Biella, nel 2003 entra a far parte dell’Orchestra Giovanile dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano.
Nata come clarinettista classica, collabora con l’Orchestra Internazionale d’Italia, la Ladies Orchestra di Sofia, la Lublin Orchestra, lo Zepyr Music Festival (S.Francisco-California), l’Orchestra da Camera di Mannheimer, la Filarmonica ‘900 del Teatro Regio, l’Arena di Verona e, regolarmente dal 2002, con l’Orchestra Filarmonica di Torino suonando in Francia, Spagna, Svizzera, Austria, Germania, Cina, Malesia, Tailandia. Dal 2011 suona con il pianista Luigi Dominici con cui, oltre ai concerti in Italia, collabora regolarmente con la Catholic University of America e l’International Piano Festival di Washington.
Laureata con 110 e lode al DAMS di Torino, collabora con il Teatro Stabile di Torino, la Casa Editrice Musica Practica e la Paravia Bruno Mondadori.
Dal 2007, anno della loro fondazione, è clarinettista delle Nuages Ensemble e, “conquistata” da questa intensa collaborazione, nel 2012 consegue con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di II livello in clarinetto scrivendo una tesi sulla musica ebraica.

Fin dalla più tenera età nutre una passione compulsiva per il tacco 12 e le scarpe in genere, arrivando ormai a raggiungere la soglia preoccupante delle 150 paia (per le quali non si sente minimamente in colpa).

Annarita Crescente

violino

Nata a Catania, ha intrapreso gli studi presso il Conservatorio Statale di Musica “ V. Bellini ” di Catania sotto la guida dei Maestri Lina Uinskyte e Gabriele Bellu.
Nel 2011 si è diplomata con il massimo dei voti con il Maestro G. Anastasio al Conservatorio "V. Bellini" di Catania e nel 2013 ha conseguito il diploma accademico di secondo livello presso il conservatorio " G. Verdi " di Torino con il massimo dei voti sotto la guida del maestro Sergio Lamberto.
Nel 2007 ha vinto il primo premio ai Concorsi Nazionali “Città di Caccamo” e “Campobello di Licata”,nel 2008 il terzo premio al Concorso Nazionale “Barcellona Pozzo di Gotto”.
Negli ultimi anni ha partecipato masterclass di musica da camera e per strumento solo con alcuni dei migliori insegnanti quali: S. Girshenko, C. Rossi, F. Cusano, S. Cantoreggi, S. Bernardini e musica da camera con Filippini, Canino e Giuranna.
Ha collaborato con diverse orchestre( “Filarmonica di Torino” ,”Orchestra Ersu”, “Taormina Arte” ,”Gli Armonici”, ”Ruggero II", "Filarmonica di Mascalucia”, La Camerata ducale di Vercelli) e da 4 anni prende parte al festival “UtoUghi per Roma” nell’ orchestra giovanile insieme a musicisti provenienti da tutta l’Italia.
Ha svolto anche importanti concerti in quartetto per associazioni come “Gli Amici Della Musica” e masterclass in musica da camera con i maestri quali R. Filippini e B. Canino e B. Giuranna.
Ha collaborato in orchestra con diversi solisti di fama internazionale quali: Lucchesini, Dego, Kravchenko, Manara, Polidori, Cominati, Quarta, Armellini,Carbonare ecc.
Attualmente fa parte dell’orchestra dell’’ Accademia del “Teatro la Scala” di Milano con la quale ha svolto diverse turnèè in Oman, Germania, New York.

Alessandra Osella

fisarmonica

Pianista e fisarmonicista, mette a frutto il percorso di conoscenza sulla cultura ebraica e sulle sonorità klezmer - approfondito nei corsi di specializzazione presso il Conservatorio Charles Munch di Parigi - dando vita nell’autunno del 2007 al progetto “Les Nuages Ensemble” che le consente di realizzare il suo desiderio di fondare un gruppo musicale di sole donne.
Significativo il background di formazione - basato inizialmente su studi classici (per sei anni corista presso il coro infantile di Voci Bianche "Piccoli Cantori di Torino" di Roberto Goitre, diploma in Pianoforte presso il Conservatorio di Genova) - ma presto esteso ad altri linguaggi musicali (corsi di improvvisazione al Centro Jazz di Torino, militanza in formazioni folk).
Preziosa e multiforme è l’esperienza in Didattica Musicale (insegna per anni Risveglio Musicale presso il Centro moncalierese di Alain Carrè), così come in Didattica del Pianoforte (frequenta diversi corsi Siem tenuti da Annibale Rebaudengo), esperienza che si arricchisce inoltre della frequentazione del Corso Quadriennale di Musicoterapia di Assisi.
E’ laureata in Scienze dell’Educazione e da anni insegna appassionatamente nella Scuola Primaria (cosa che desiderava fare sin dall’infanzia).

I suoi bambini, quando porta in classe lo strumento, lo chiamano "Monica La Fisarmonica". Amava fare il pane a lievitazione naturale nel forno di casa; ora invece prende i vecchi mobili di famiglia e cerca di abbellirli con tecniche fai-da-te.
(Ma forse il pane le veniva meglio).

Elisabetta Bosio

contrabbasso

"Diplomata in violino presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, si è perfezionata in musica folk a Lorient in Bretagna con i maestri bretoni Fred Samzun, Christian Lemaitre e l’ irlandese Gerry O’ Connor.
Oltre ad un' intensa attività concertistica classica, è membro del quartetto klezmer "Les Nuages Ensemble" (nel ruolo di contrabbassista), dei Materdea (suonando violino elettrico, Pagan rock), del duo balcanico “Les Mèli-Mèlo” con la fisarmonicista Alessandra Osella (con il violino) e del duo formato nel 2012 con l'arpista e compositore Enrico Euron (con violino, viola e contrabbasso, musica antica irlandese). Nel 2014 prende parte a due nuovi progetti: i “Sonflowers” (in qualità di bassista elettrica), quartetto di cover di brani anni 60-70 appartenenti al movimento hippie, ed al proprio progetto solista nel quale propone musiche inedite e covers di brani riarrangiati in chiave lounge con l’ausilio del violino elettrico e del sequencer."

Solitamente viaggia accompagnata dal suo fido cane Bredo, ormai divenuto ottimo critico musicale e coccolone "ufficiale" di tutti i musicisti con i quali collabora.